@2017 by Pop Wedding Service. Proudly created with wix.com

February 19, 2018

Please reload

Post recenti

TUTTE LE DOMANDE DA PORRE ALLA MAKE UP ARTIST DURANTE LA PROVA TRUCCO

May 29, 2017

1/1
Please reload

Post in evidenza

John e Jacqueline Kennedy: Nozze da sogno a stelle e strisce

Parliamo di un’altra donna che, per stile, raffinatezza e buon gusto è stata nel tempo innalzata ad icona di stile senza tempo: Jacqueline Kennedy, poi Onassis, nata Bouvier.

 

Già negli anni di Kennedy senatore del Massachusetts, poi come first lady ed in seguito come moglie di Aristotele Onassis, persino durante il tragico attentato al presidente suo marito, i suoi outfits ispirarono le donne del suo tempo e le successive generazioni.

Oggi ci concentriamo sul giorno delle sue nozze, in cui Jacqueline, si unì in matrimonio col futuro più giovane presidente degli Stati Uniti d’America, tutt’ora uno dei matrimoni più famosi e ricordati dalla storia.

 

Venne celebrato il 12 settembre del 1953, dopo due anni di fidanzamento e la proposta di John il 12 giugno 1953, accompagnata da un anello fuori dall’ordinario, che l’allora senatore Kennedy aveva commissionato alla casa di gioielli Van Cleef&Arpels: quasi 3 carati di diamante affiancati ad uno smeraldo di pari caratura. Per il decimo anniversario, lo stesso anello si arricchì di ulteriori 9 diamanti, sistemati a corona intorno le gemme originarie, a simbolo di amore eterno.

Per la celebrazione religiosa si scelse la chiesa di S. Maria a Newport, addobbata di crisantemi bianchi e gladioli rosa, dopodiché la coppia si spostò nella residenza di campagna,  Hammersmith Farm, proprietà della famiglia Bouvier, per il ricevimento offerto a 1200 invitati.

John, impeccabile e aristocratico come sempre, per le sue nozze scelse un frac sartoriale, impreziosendo il tutto con un fiore e un fazzoletto all´occhiello, ma gli occhi erano tutti per lei: radiosa nel suo abito dalla semplice ma raffinata linea, che aveva richiesto più di due mesi di lavoro e l’impiego di oltre  50 chili di seta avorio. Era stato disegnato da Ann Lowe, una tra le prime stiliste afroamericane, diventata famosa per aver creato alcuni degli abiti più belli dell’alta società newyorkese.

L´abito di Jacky aveva delle piccole spalline, un corpetto dal tessuto dolcemente arricciato ed una gonna ampia impreziosita da un gioco di nastri arricciati e cuciti fino a formare volute e piccole balze per tutta l’ampiezza della gonna. Il vestito fu conservato e poi esposto, restaurato, per i 50 anni di anniversario di matrimonio della coppia, celebrati dal John F. Kennedy Library and Museum, così come venne conservato il velo di merletto veneziano che Jacqueline aveva scelto di indossare, ereditato dalla nonna che a sua volta l’aveva indossato per il suo matrimonio. Unici gioielli furono un sottile filo di perle un bracciale di diamanti regalatole il giorno prima come dono di nozze dal futuro marito.

Il bouquet era interamente bianco e rosa composto di orchidee e piccole gardenie. 

Le foto che facilmente si reperiscono in rete ci riportano le immagini di una giovane donna felice, sorridente, elegante e sofisticata, come ogni ragazza dovrebbe essere nel giorno delle nozze. Immagini che stridono con quelli che saranno poi gli anni che seguiranno, caratterizzati da maternità difficili, tradimenti reali o presunti del marito ed infine il tragico epilogo dell’omicidio di John. Anche le successive nozze, con l’armatore greco Aristotele Onassis non risulteranno (almeno secondo il gossip) felici, scandite da un rigido contratto prematrimoniale e scarsa di apparizioni insieme.

Ma noi qui, vogliamo ricordare Jacky così, mentre taglia emozionata la sua torta nuziale, balla tra le braccia paterne, o posa per le foto di rito con John, splendida e luminosa sposa, icona di uno stile intramontabile.

 

 

 

 

 

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Seguici
Please reload

Cerca per tag